Ruolo del Notaio

Perchè rivolgersi al Notaio

Il Notaio svolge il proprio ministero in modo indipendente ed imparziale, individuando la soluzione giuridica e fiscale più adeguata agli interessi delle parti, a prescindere da chi gli abbia conferito l’incarico.

Nell’ambito del proprio intervento, il Notaio garantisce che l’autonomia privata rispetti i limiti di legalità fissati dalle norme.

Il Notaio infatti deve rifiutarsi di ricevere o autenticare atti espressamente proibiti dalla legge o manifestamente contrari all’ordine pubblico e al buon costume.

In questa prospettiva, il Notaio svolge un’importante funzione anti-processualistica, prevenendo l’insorgere di controversie in merito alle questioni a lui affidate.

Questa funzione costituisce, al contempo, garanzia di sicurezza per le parti e un significativo vantaggio per la collettività, poiché contribuisce – nelle materie soggette al suo intervento – ad un alleggerimento del potenziale contenzioso di competenza dell’Autorità Giudiziaria.

Nell’ambito delle transazioni immobiliari, il Notaio è tenuto ad effettuare ogni opportuno controllo preliminare in merito l’effettiva titolarità dell’immobile e la sua libertà da pesi, gravami e diritti di terzi. È sua responsabilità curare la stesura dell’atto a recepimento dell’effettiva volontà delle parti e di occuparsi, successivamente al suo perfezionamento, dell’esecuzione degli adempimenti pubblicitari previsti dalla legge.

Nell’ambito, invece, del diritto societario, il Notaio riveste un ruolo di significativo rilievo, intervenendo nel processo di costituzione, provvedendo alla redazione dei verbali delle relative assemblee (in caso di società di capitali) o degli atti di modifica dei patti sociali (nel caso di società di persone).

In relazione agli atti di carattere negoziale (es.: atti costitutivi delle società e modifica dei patti sociali delle società di persone) il Notaio non può ricevere l’atto se non a valle della sua verifica di conformità a legge. Con riferimento, invece, alle deliberazioni assembleari delle società di capitali, la verifica di legalità del Notaio si esplica in fase di iscrizione presso il Registro imprese: il Notaio non può infatti procedere all’iscrizione delle deliberazioni riguardanti modifiche statuarie se non laddove riconosca l’adempimento di tutte le condizioni stabilite dalla legge.

Al fine di assicurare la correttezza dell’attività di ciascun Notaio, è previsto che i suoi repertori e qualsiasi atto notarile soggetto a conservazione nella sua raccolta vengano trasmessi – con cadenza biennale – all’Archivio Notarile Distrettuale, che effettua ispezioni e controlli sul corretto svolgimento dell’attività notarile.

La particolare competenza del Notaio in campo successorio ne fa inoltre un sicuro punto di riferimento per chi si accinga a pianificare la trasmissione del proprio patrimonio.