10. Bollo Forfettario (Mui)

Dal 1° giugno 2007 la registrazione di tutti gli atti notarili avviene tramite Modello Unico Informatico (MUI), con versamento dell'imposta di bollo nella misura forfettaria stabilita dal DM 22 febbraio 2007.

La tariffa dell'imposta di bollo (allegata al DPR 26 ottobre 1972 n. 642) stabilisce, all'art. 1 comma 1 ter, l'importo, anch'esso forfettario, dell'imposta di bollo dovuta per le "domande, denunce ed atti che le accompagnano" inviati per via telematica al registro delle imprese.
Peraltro, in alcuni casi, il bollo pagato tramite MUI assolve anche il bollo dovuto sulla copia dell'atto e sulla domanda per il Registro delle Imprese.

E' quindi necessario operare un coordinamento tra nuove e vecchie disposizioni.
La tariffa allegata al DM 20 agosto 1992 prevede espressamente che il bollo forfettario (euro 156,00) versato tramite MUI in sede di registrazione degli "atti propri delle società" (n.1 del "secondo" comma 1 bis dell'art. 1 della tariffa stessa) include il bollo dovuto per la copia dell'atto e la doman-da al Registro delle Imprese: quindi il bollo forfettario (euro 59,00 per gli atti che riguardano società di persone - euro 65,00 per gli atti che riguardano società di capitali) previsto nel successivo comma 1 ter dell'art. 1 della tariffa non è dovuto e non va versato al momento dell'invio della pratica al Registro delle Imprese.

Queste le indicazioni pratiche per la redazione della modulistica da inviare al Registro delle Impre-se: nella distinta "Fedra" si sceglie l'opzione "bollo assolto all'origine" inserendo nel campo relativo agli estremi dell'autorizzazione all'assolvimento virtuale del bollo una dicitura tipo "assolto ai sensi del DM 22 febbraio 2007 mediante MUI" e scegliendo, in sede di spedizione, la casella "esente da addebito bollo".

Si segnala la particoalre ipotesi in cui l'istanza si riferisce ad una cooperativa che alleghi anche il modello "C17". In questo caso occorre inserire la normale dicitura dell'assolvimento del bollo in modo virtuale, inserire nell'apposito spazio l'importo di euro 14,62 e riportare la dicitura del MUI nel modello "Note".

Se la registrazione dell'atto notarile avviene tramite Modello Unico Informatico, l'istanza rivolta al registro imprese è esente dal pagamento dell'imposta di bollo anche se la stessa è presentata non direttamente dal notaio ma da altro soggetto obbligato (ad esempio l'amministratore nel caso di i-scrizione di società, anche a seguito di fusioni e scissioni).
Viceversa i numeri 2, 3, 4 del medesimo comma 1 bis della tariffa (che riguardano procure, cessio-ni di quote sociali e altri atti) non prevedono che il bollo forfettario versato tramite MUI (rispettivamente euro 30,00, 15,00 e 45,00) in sede di registrazione assolva anche il bollo dovuto per le formali-tà al Registro delle Imprese: pertanto, in sede di esecuzione di tali ultime formalità, andrà versato l'importo previsto dal comma 1 ter sopracitato.
Si forniscono di seguito alcune indicazioni per particolari tipologie di atti.

tipo di atto imposta di bollo

assolta con MUI* bollo per l'adempimento

del registro delle imprese**

cessione di partecipazioni di srl euro 15,00 dovuto

cessione di quote di società di persone euro 156,00 non dovuto

procure, revoche di procure da depositare al RI euro 30,oo dovuto

cessione di azienda (senza immobili) euro 45,00 dovuto

conferimento di azienda in atto separato (senza immobili) euro 45,00 dovuto

conferimento di azienda contestuale (senza immobili) euro 156,00 non dovuto

deposito di atto estero di trasferimento sede di società estera (senza immobili) euro 156,00 non dovuto

apertura di sede secondaria da parte di società estera euro 156,00 non dovuto

costituzione/cancellazione di pegno su partecipazioni di srl euro 45,00 dovuto

costituzione/cancellazione di pegno su quote di società di persone euro 45,00 dovuto

cessione di partecipazioni di srl e costituzione di pegno nello stesso atto euro 45,00 dovuto

cessione di quote di società di persone e costituzione di pegno nello stesso atto euro 156,00 non dovuto

* Modello Unico Informatico

** Euro 59,00 per gli atti che riguardano società di persone - euro 65,00 per gli atti che riguardano società di capitali - euro 42,00 nel caso di imprese individuali (iscrizione di procura di impresa individuale)

 

LE NORME DI RIFERIMENTO

DM Ministero dell'Economia e delle Finanze 22 febbraio 2007
1. Alla tariffa dell'imposta di bollo, parte prima, annessa al decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 642, come sostituita dal decreto del Ministro delle finanze 20 agosto 1992, pubblicato nel supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 196 del 21 agosto 1992, sono apportate le seguenti modificazioni:(.....)

c) nell'articolo 1, dopo il comma 1-bis, è aggiunto il seguente: "1 -bis. 1. Altri atti rogati, ricevuti o autenticati da notai o da altri pub-blici ufficiali sottoposti a registrazione con procedure telematiche e loro copie conformi per uso registrazione:
1. per gli atti propri delle società (.....), incluse la co-pia dell'atto e la domanda per il registro delle imprese euro 156,00

2. per le procure, deleghe e simili euro 30,00

3. per gli atti di cessione di quote sociali euro 15,00

4. per tutti gli altri atti euro 45,00

 

Massima approvata dall'Osservatorio sulla riforma del diritto societario in data 19 marzo 2008