8. Procedura di deposito ed iscrizione di delibere di societa' di capitali adottate sotto condizione sospensiva

Il deposito, per la successiva iscrizione delle delibere in esso contenute, di verbali di assemblea di società di capitali portanti delibere non immediatamente efficaci in quanto sospensivamente condizionate, per volontà dell'assemblea, al verificarsi di un determinato evento, deve avvenire in ogni caso entro 30 giorni dall'assemblea e deve riportare nel "Modello note" da allegare al modello S2 le modificazioni deliberate, con specificazione, nello stesso "Modello note", che trattasi di modificazioni soggette a condizione sospensiva.

Lo statuto aggiornato riportante le modificazioni deliberate sotto condizione sospensiva deve normalmente essere depositato una volta divenute efficaci le modifiche stesse; può peraltro essere subito allegato al verbale riportante le deliberazioni condizionate, tenuto conto che la pubblicità che viene data a detti atti precisa la loro inefficacia fino al verificarsi della condizione sospensiva apposta.

Dopo il verificarsi della condizione sospensiva è necessario, per concludere il procedimento di iscrizione, depositare un ulteriore modello S2, sottoscritto da un amministratore o dal Notaio (quest'ultimo, peraltro, non obbligato ma solo facoltizzato al secondo deposito), riportante le modificazioni negli specifici quadri del modello, indicando nel "Modello note" il riferimento al deposito originario e la dichiarazione che l'evento dedotto in condizione si è verificato.
Il secondo deposito non è soggetto a termine (e quindi a sanzione in caso di deposito oltre i 30 giorni dal verificarsi dell'evento) e viene effettuato con la corresponsione del diritto ridotto previsto per le comunicazioni.

Nel caso in cui l'evento condizionante consista nella conclusione, o meglio nell'intervenuta efficacia, di un atto (normalmente di fusione o scissione) soggetto ad autonomo deposito nel registro delle imprese, è possibile effettuare il secondo deposito, cioè quello con cui si attiva la conclusione del procedimento di iscrizione e l'inserimento definitivo delle modifiche statutarie condizionate, con lo stesso modello/istanza col quale avviene il deposito dell'atto dedotto in condizione.

ATTI MODIFICATIVI DELLO STATUTO SOTTOPOSTI A CONDIZIONE SOSPENSIVA

A) Primo adempimento: deposito/iscrizione dell'atto

TERMINE: 30 GIORNI DATA ATTO

OBBLIGATO AL DEPOSITO: Notaio

.        Modello S2 (codice atto A05).

.         Modello Note con l'indicazione delle deliberazioni sospensivamente condizionate

.         Distinta Fedra firmata digitalmente dal Notaio


Allegati: Copia autentica dell'atto scansionata o in formato .PDF firmata digitalmente dal Notaio con eventuale statuto nella versione aggiornata seppur non efficace.
Costi: Bollo euro 65,00 ; Diritti di segreteria euro 90,00


B) Secondo adempimento: iscrizione delle modificazioni successivamente al verificarsi della condizione sospensiva

TERMINE: NESSUNO

OBBLIGATO AL DEPOSITO: Notaio/Amministratore


. Modello S2 (codice atto A05) compilato ai riquadri corrispondenti alle modificazioni.
. Eventuali altri Modelli collegati al tipo di modificazione

. Distinta Fedra firmata digitalmente dall'obbligato


Allegati: Copia dello statuto aggiornato scansionata o in formato .PDF firmata digitalmente dal Notaio, se non depositata in sede di primo adempimento.

Dichiarazione di avveramento della condizione resa dall'amministratore ai sensi dell'art. 47 del D.P.R. 28 dicembre 2000 n. 445, ove la stessa non sia già resa nel "Modello note" dal soggetto che sottoscrive la distinta Fedra.

Costi: Bollo euro 65,00; Diritti di segreteria euro 30,00 (euro 60,00 se viene depositato lo statuto aggiornato)


Massima approvata dall'Osservatorio sulla riforma del diritto societario in data 11 ottobre 2006