1. Trasferimento dell'indirizzo della sede legale di società di capitali nell'ambito dello stesso comune

Le società, il cui statuto non contiene l'indicazione dell'indirizzo della sede legale, comunicano il trasferimento del suddetto indirizzo con la presentazione di modello S2 sottoscritto da uno qualsiasi degli amministratori senza allegare alcun documento.

E' noto che la norma (art. 111 ter delle norme di attuazione e transitorie del codice civile) non disciplina la competenza a decidere il trasferimento.

Detta competenza può essere riservata dallo statuto all'assemblea ordinaria o all'organo amministrativo, potendosi comunque ipotizzare la competenza di quest'ultimo in mancanza di specifiche disposizioni statutarie, trattandosi di decisione attinente la sfera gestionale dell'impresa.

Peraltro la delibera di modifica dell'indirizzo della sede legale non deve essere esibita al registro delle imprese unitamente alla comunicazione di cui all'art. 111 ter, essendo tale comunicazione l'unica richiesta e quindi sufficiente per la pubblicità di tale modifica.

Depone a favore della tesi esposta anche l'identica disciplina pubblicitaria delle similari fattispecie di cui agli artt. 2444 e 2481 bis ultimo comma c.c. e dell'istituzione e della chiusura di unità locali.


Massima approvata dall'Osservatorio sulla riforma del diritto societario in data 8 luglio 2004